Osservare, per non sottovalutare…

I diversi tipi di Alzheimer

Forma tipica, forma caratterizzata da atrofia corticale posteriore e forma rapida progressiva. Sono questi i tre sottotipi di Alzheimer, identificati da un team internazionale di ricercatori dei National Institute of Health (Nih) negli Stati Uniti.

Analizzando le fibrille all’interno di 37 diversi campioni di tessuto appartenenti a 18 persone affette da Malattia di Alzheimer, i ricercatori hanno scoperto una variabilità nelle caratteristiche degli ammassi della proteina beta-amiloide. In particolare, le fibrille presentano una loro struttura specifica sia per la forma tipica ed sia per quella con atrofia corticale posteriore, mentre per la forma rapida progressiva sono state identificate fibrille differenti. L’identificazione di quest’ultimo sottotipo appare particolarmente difficile, a causa della non specificità di struttura delle fibrille che lo caratterizzano.

La corretta comprensione degli aggregati neurotossici di beta-amiloide e delle correlazioni con i sottotipi individuati risulta di grande aiuto per lo sviluppo di test diagnostici e specifici trattamenti. Lo studio è stato pubblicato su Nature.

 

Beatrice

http://scienzaesalute.blogosfere.it/post/531390/cose-la-proteina-beta-amiloide-la-sua-funzione-e-il-ruolo-nellalzheimer

Ti è piaciuto questo articolo?

Ricevi il riepilogo mensile direttamente sulla tua mail.